eToro
Plus500
Valutazione: 4.51 45 voti
 

Il calendario dei dividendi per le azioni

Il calendario dei dividendi per le azioni è uno strumento che si deve assolutamente conoscere se si vuole speculare sulla quotazione delle azioni in Borsa perché la sua influenza sul loro corso è molto forte.

Procediamo quindi col ricordare cosa sia un dividendo e cerchiamo di comprendere come funziona un calendario dei dividendi nonché quale sia la sua influenza sui mercati.

 

In breve: cos’è un dividendo?

Prendiamoci per prima cosa il tempo di ricordare cosa sia un dividendo. Si chiama dividendo la remunerazione dell’azionista in seguito alla realizzazione di un utile della società emittente.

In concreto, quando acquista delle azioni di una società, un investitore diventa proprietario di quote della società stessa. Di conseguenza, se la società realizza degli utili, questi vengono divisi tra gli azionisti in funzione delle quote detenute da ciascuno.

Il versamento dei dividendi non è obbligatorio e dipende dai risultati economici dell’azienda. Un’azienda che non realizzi degli utili non potrà infatti remunerare i propri azionisti.

 

Il calendario dei dividendi

Ovviamente, i dividendi non vengono versati agli azionisti in maniera continuata durante tutto l’anno ma a delle scadenze precise. Ecco a seguire come si svolge la procedura.

In un primo momento, gli azionisti di una società si riuniscono in assemblea generale per decidere, tramite una votazione, se distribuire o meno i dividendi agli azionisti in funzione dei risultati della società e delle sue prospettive: una parte degli utili può infatti essere reinvestita nella società. Nel corso di questa riunione e se gli azionisti decidono di versare dei dividendi, viene fissata una data di versamento che viene chiamata “data di stacco del dividendo o della cedola”.

Nella maggioranza dei casi, tale data viene fissata tra i mesi di maggio e luglio ma, a seconda dell’azienda, la data può essere differente e possono anche esserci diversi versamenti di dividendi nel corso dell’anno.

Le date di stacco delle cedole sono indicate nel calendario dei dividendi. Questo calendario viene messo a disposizione di chiunque lo desideri e riveste un’importanza tutta particolare per gli investitori perché influenza la quotazione delle azioni in Borsa.

 

L’influenza del calendario dei dividendi sulla quotazione di un’azione in Borsa

Quando un’azienda versa dei dividendi ai propri azionisti, ciò comporta una fuoriuscita di capitali. Per questo motivo tali versamenti hanno un’influenza diretta sul prezzo dell’azione in Borsa in quanto la società perde valore.

Sebbene questo calo di prezzo in genere non duri molto a lungo, può comunque rappresentare un buon momento per investire sul titolo con un costo minore, da cui l’interesse di un calendario dei dividendi.

 

Dove consultare un calendario dei dividendi al momento di trattare delle azioni?

Potete certamente credere che sia complicato trovare un calendario dei dividendi per seguire i risultati delle differenti azioni di Borsa ma in realtà è semplicissimo. Questo tipo di calendario si trova infatti facilmente in dei siti specializzati nella finanza o direttamente nella piattaforma di trading o nel sito web del vostro broker.

Questi calendari sono generalmente dettagliati e permettono di visualizzare diverse informazioni tra cui:

  • La data di emissione dei dividendi e la data del loro versamento.
  • Il valore interessato, cioè il nome del titolo borsistico.
  • Il tipo di dividendo ovvero “stacco” e “saldo”.
  • L’importo esatto dei dividendi per azione.
  • Il rendimento dei dividendi.

Grazie a queste informazioni sarete in grado di capire quanto le differenti azioni di Borsa del mercato possano risultare interessanti per gli investitori e dedurre quindi l’evoluzione più probabile della quotazione del titolo a breve e medio termine.

Per affinare la vostra analisi a partire dai dividendi delle azioni di Borsa non dimenticate di prendere in considerazione l’effetto di anticipazione dei mercati grazie alle previsioni fatte prima della pubblicazione sul calendario.

Dove consultare un calendario dei dividendi?

La maggior parte dei mediatori seri propone ai propri utenti, oltre ad ulteriori informazioni pertinenti, un accesso diretto ai calendari dei dividendi delle società le cui azioni vengono trattate tramite la loro piattaforma.

I CFD sono degli strumenti complessi che presentano un elevato rischio di perdita rapida di capitale a causa dell’effetto leva. Una percentuale di conti di clienti privati compresa tra il 74% e l’89% perde denaro in occasione della negoziazione di CFD. Per utilizzare questi strumenti è indispensabile essere certi di comprendere il funzionamento dei CFD e di potersi permettere di assumere l’elevato rischio di perdere il proprio denaro.