eToro
Plus500
Valutazione: 4.32 37 voti
 

La Borsa tedesca di Francoforte

La Borsa di Francoforte è attualmente una delle cinque piazze finanziarie mondiali dal punto di vista della capitalizzazione borsistica totale e in volume di scambi. Se avete in programma di trattare delle azioni online, ci sono ottime probabilità che vi troviate a speculare su dei titoli di società tedesche quotate su di essa. Per permettervi di comprendere meglio questa piazza borsistica, vi proponiamo qui un riepilogo delle sue caratteristiche principali ed alcune informazioni importanti.

 

Presentazione della Borsa tedesca di Francoforte

La Borsa di Francoforte è una delle piazze finanziarie più importanti del mondo. Questa Borsa è divisa in diversi segmenti in funzione dell’importanza della capitalizzazione borsistica delle società che vi sono quotate. Troviamo quindi nell’ordine:

  • Il segmento“Prime Standard”
  • Il segmento “General Standard”
  • Il segmento “Entry Standard”

L’indice borsistico che dà conto dell’evoluzione della Borsa di Francoforte è il DAX 30, che presenta diverse declinazioni settoriali e che è stato creato nel 1988.

La Borsa di Francoforte è anche stata all’origine, nel 1977, del “Nuovo Mercato”, specializzato in valori tecnologici. Questo mercato è stato poi chiuso nel 2003 quando questi valori sono stati incorporati nell’indice borsistico specifico TecDAX, indice che include unicamente i valori borsistici che superano il miliardo di euro.

Passando ad argomenti più concreti, le transazioni della Borsa di Francoforte vengono effettuate principalmente sulla piattaforma elettronica Xetra, anche se alcuni titoli vengono ancora negoziati all’asta tra le 9 e le 17.30.

Grazie al suo sviluppo internazionale, la Borsa tedesca è attualmente azionista di maggioranza di Clearstream, che gestisce la stanza di compensazione, e di Eurex, il mercato di prodotti finanziari più attivo del mondo.

 

Evoluzione storica della Borsa di Francoforte

L’analisi storica dell’indice borsistico DAX 30 dà conto dell’evoluzione nel tempo della Borsa tedesca di Francoforte. Si ricordi che questo indice nazionale tiene conto delle 30 società tedesche dalla più elevata capitalizzazione borsistica.
I grafici degli ultimi dieci anni forniscono alcune informazioni interessanti: si può notare, ad una prima occhiata, una crescita globale appena inframmezzata da alcuni movimenti di correzione.

Si osserva una fase ribassista tra gennaio 2008 e marzo 2009, ma questo periodo negativo si è infine concluso con il recupero dei punti persi. L’ultimo picco rialzista è stato raggiunto ad aprile 2015 ad oltre 12.374 punti. Gli analisti non prevedono nuovi ribassi nei mesi a venire.

Il corso del DAX 30 mostra anche una forte volatilità con numerosi micromovimenti ideali per trattarlo a breve termine con un forte effetto leva.

Investire sulla Borsa tedesca di Francoforte

Grazie ai broker Forex e binari, potete investire da subito sulle azioni della Borsa di Francoforte o sul suo indice borsistico DAX 30. Raggiungete subito un mediatore!

I CFD sono degli strumenti complessi che presentano un elevato rischio di perdita rapida di capitale a causa dell’effetto leva. Una percentuale di conti di clienti privati compresa tra il 74% e l’89% perde denaro in occasione della negoziazione di CFD. Per utilizzare questi strumenti è indispensabile essere certi di comprendere il funzionamento dei CFD e di potersi permettere di assumere l’elevato rischio di perdere il proprio denaro.