eToro
Plus500
Valutazione: 4.39 83 voti
 

Comprare le azioni Unicredit con i CFD

Tra i grandi gruppi bancari europei quotati in Borsa, Unicredit è una società italiana molto promettente per chi investe con i CFD. Per trattare online queste azioni, vi proponiamo qui una scheda dettagliata al loro riguardo che riporta i dati della loro quotazione in Borsa, il loro corso in diretta ed un’analisi storica dei loro prezzi su 10 anni.

 

Le azioni Unicredit in breve

  • Capitalizzazione borsistica totale: 13.578,25milioni di euro
  • Numero di titoli: Non comunicato
  • Piazza di quotazione: Borsa Italiana MTA
  • Mercato: Mercato Telematico Azionario
  • Indice: Euro Stoxx 50
  • Settore di attività: Banca

 

L’attività della società Unicredit

Il gruppo italiano Unicredit è uno dei leader del settore bancario a livello europeo. La sua attività può essere ripartita in diversi poli:

  • Le attività di banca commerciale per il 53,4% del volume d’affari.
  • Le attività di banca d’affari, di investimento, di finanziamento e di mercato per il 15,8% del volume d’affari con attività quali il leasing, il factoring, la realizzazione di operazioni sui titoli, gli interventi sui mercatie l’intermediazione borsistica.
  • Infine, la gestione di attivi costituisce il 5,3% del volume d’affari.

Il resto del volume d’affari di Unicredit viene realizzato tramite le attività del gruppo in Polonia ed in Europa in generale.
Con 7.516 agenzie nel mondo e 139.469 dipendenti, Unicredit gestisce attualmente 513,4 miliardi di Euro di depositi e 539,3 miliardi di Euro di prestiti.

 

Conoscere la concorrenza delle azioni Unicredit

Il gruppo italiano Unicredit è da alcuni anni il più grande gruppo bancario del paese e sviluppa il proprio posizionamento in Europa ma, ovviamente, non è solo in questo settore e deve fronteggiare una concorrenza importante da parte degli altri grandi gruppi bancari italiani ed europei.

In Italia, i principali concorrenti del gruppo Unicredit sono le banche Intesa Sanpaolo, Monte Dei Paschi di Siena, UBI Banca, Banco BPM e Banca Nazionale delLavoro ma la concorrenza nazionale, sebbene abbia ovviamente la sua importanza, è più debole rispetto a quella condotta dai gruppi bancari europei.

Sul mercato europeo sono infatti presenti alcuni gruppi bancari ben più importanti che sono anche quotati in Borsa. La francese BNP Paribas è il leader del settore ed è immediatamente seguita dalla britannica HSBC. In terza posizione si trova infine la banca tedesca Deutsche Bank.

Per portare a buon fine la propria strategia di investimento sulla quotazione delle azioni Unicredit è quindi consigliabile prendere in considerazione le notizie economiche e i risultati finanziari di queste società integrandoli poi nella propria analisi della concorrenza di questo settore di attività.

 

Analisi della quotazione delle azioni Unicredit

L’analisi grafica storica del corso delle azioni Unicredit ci mostra prima di tutto la forte volatilità di questo titolo nel corso degli ultimi dieci anni con molti movimenti interessanti.

Dopo un forte calo fino a febbraio 2009 con il raggiungimento di 0,72 €, il titolo ha seguito una tendenza rialzista forte con un picco a dicembre 2011 che ha permesso al titolo di raggiungere i 6,42 €. Una correzione al ribasso ha ovviamente seguito questa impennata ed ha riportato il corso nei pressi di 2,80 € a maggio 2012.

A partire da allora ha preso il via una nuova fase di guadagno di punti fino al raggiungimento di 6,77 €  a giugno 2014, livello seguito da un nuovo ribasso visibile ancora oggi.

 

Gli argomenti a favore del rialzo della quotazione delle azioni Unicredit

Per prevedere al meglio le variazioni future delle azioni Unicredit in Borsa e sapere se acquistare o meno questo titolo per aggiungerlo al proprio portafoglio borsistico, l’ideale è conoscere bene i punti forti e deboli del gruppo ovvero i principali argomenti a favore di un futuro rialzo del titolo o, al contrario, di un suo ribasso. Cominciamo con l’analizzare i differenti elementi che indirizzano verso una tendenza di fondo rialzista di questo valore.

Per prima cosa, il gruppo Unicredit gode di un’immagine di marca molto forte con un brand recall elevato nei paesi in cui opera. Ciò rende ovviamente più semplici le sue operazioni di comunicazione e contribuisce a rassicurare i suoi differenti clienti acquisiti o potenziali.

Il posizionamento del gruppo a livello europeo è un altro innegabile vantaggio di Unicredit e lascia intravedere un bel futuro per questo istituto bancario. Unicredit ha infatti attuato un’efficace strategia di espansione che gli ha permesso di sviluppare le proprie attività al di fuori del territorio nazionale.

Gli investitori in Borsa e gli azionisti apprezzano inoltre la situazione finanziaria del gruppo Unicredit che si mostra relativamente stabile in un contesto comunque molto teso nel settore finanziario in generale. Questa caratteristica potrebbe permettergli di attirare nuovi investitori e far quindi salire la sua quotazione di Borsa.

Infine, il gruppo Unicredit dispone di una grande forza lavoro con oltre 170.000 dipendenti che operano in una ventina di paesi. Queste cifre contribuiscono anche a dimostrare la solidità del gruppo e lasciano quindi prevedere un futuro roseo per il suo titolo borsistico.

 

Gli argomenti a favore del ribasso della quotazione delle azioni Unicredit

Abbiamo passato in rivista i principali attuali vantaggi del gruppo Unicredit che sono altrettanti argomenti a favore di una tendenza di fondo al rialzo a lungo termine di questo valore. Tuttavia, bisogna anche conoscere e prendere in considerazione gli argomenti che sono piuttosto a favore di una tendenza di fondo al ribasso di questo attivo e, quindi, le sue principali debolezze che illustriamo nel dettaglio a seguire.

Prima di tutto, se ci si interessa con più attenzione alle pubblicazioni dei risultati annuali di questo gruppo bancario, si può osservare che, sebbene la situazione sia ancora stabile, il calo di redditi dei consumatori comincia ad avere qualche effetto sulla sua redditività e sulla vendita di prodotti e servizi.

Un altro importante problema con cui deve confrontarsi il gruppo Unicredit è l’elevato turn-over dei suoi dipendenti. Infatti, nel corso degli ultimi anni numerosi impiegati del gruppo hanno deciso di lasciare il loro impiego per passare alla concorrenza e ciò pone dei dubbi quanto all’avvenire di questo istituto che potrebbe avere sempre maggiori difficoltà ad assumere dipendenti qualificati e competenti.

Infine, nell’attuale contesto economico e in considerazione delle sempre più rigide norme per gli istituti finanziari, si può annoverare tra gli argomenti a favore di un ribasso anche il fatto che Unicredit ha recentemente superato il rapporto di liquidità regolamentare.

Come si può constatare, gli argomenti negativi per le azioni Unicredit e la loro evoluzione sono meno numerosi degli argomenti a favore di un rialzo di questo valore. Tuttavia, è importante comprendere che il loro peso può essere abbastanza forte da influenzare gli investitori e portare ad un crollo della quotazione o a un rallentamento di una tendenza al rialzo.

 

Le opportunità e le minacce per l’avvenire del gruppo Unicredit e delle sue azioni in Borsa

Per concludere questo articolo, offriamo ora alcuni consigli per aiutare a tener conto anche degli elementi esterni che potrebbero, in un futuro prossimo, influenzare l’evoluzione delle azioni Unicredit. Si tratta ovviamente delle opportunità di sviluppo che il gruppo può cogliere e delle minacce che pesano sul suo sviluppo.

Cominciamo questo studio dalle principali opportunità che potrebbero aiutare Unicredit a migliorare la propria crescita futura. Vanno presi in considerazione i seguenti elementi:

  • La possibilità del gruppo di accrescere la propria espansione in altri paesi, soprattutto quelli situati al di fuori dell’Unione Europea, rappresenta una vera e propria opportunità di sviluppo e di fonte di introiti interessanti.
  • Analogamente, gli sforzi realizzati da Unicredit per diversificare i propri prodotti e servizi e proporre quindi ai propri clienti dei portafogli più completi possono portare ad una maggiore redditività e, quindi, ad un maggior interesse per il suo titolo borsistico.
  • Bisogna poi monitorare con attenzione le acquisizioni concluse dal gruppo e la creazione di joint venture che possano permettergli di raggiungere nuovi mercati, in particolare quelli emergenti.

Per quanto riguarda le minacce che possono pesare su Unicredit, bisogna fare attenzione ai seguenti elementi:

  • Le regolamentazioni governative sono in costante evoluzione e, da alcuni anni, tendono a diventare più rigide, soprattutto a causa della crisi finanziaria europea e mondiale. È necessario tenere d’occhio queste evoluzioni che possono frenare le attività del gruppo e portarlo verso una forma di recessione.
  • Analogamente, la fortissima volatilità del mercato finanziario può rivelarsi un forte limite per le attività speculative del gruppo. Si assiste infatti attualmente ad un regresso dei differenti mercati che non è privo di effetti sugli introiti di questa banca.
  • Infine, l’ultima minaccia che pesa su Unicredit, e certamente la più pesante, è la concorrenza di questo settore di attività che è sempre più forte e proviene in gran parte da gruppi bancari già leader del mercato e che dispongono quindi di maggiore forza per conquistare ulteriori quote di mercato.

 Non bisogna dimenticare di seguire le notizie di attualità del settore bancario e finanziario per individuarvi qualsiasi elemento che potrebbe avere un’influenza sull'interesse degli investitori per le azioni Unicredit e che potrebbe quindi provocare un movimento rialzista o ribassista.

 

Fare delle previsioni sulla quotazione delle azioni Unicredit

Per realizzare delle previsioni sulla quotazione delle azioni Unicredit, basta concentrarsi sugli indicatori giusti e seguire gli eventi che hanno degli effetti diretti su questo mercato. Tra gli elementi da seguire troviamo:

Come cominciare a trattare le azioni Unicredit?

Per investire in tutta tranquillità sulla quotazione delle azioni Unicredit con i CFD, è necessario utilizzare una piattaforma di qualità che proponga tutti gli strumenti di cui avete bisogno per supportare le vostre decisioni.

76.4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.