eToro
Plus500
Valutazione: 4.21 42 voti
 

Comprare le azioni Santander

Se state pensando di speculare nel settore bancario europeo, le azioni Santander sono senza dubbio una scelta eccellente. È per questo motivo che vi presentiamo qui in dettaglio questo titolo borsistico fornendovi delle informazioni a proposito della sua quotazione, del suo storico nonché delle attività di questa società bancaria spagnola.

 

Le azioni Santander in breve

  • Capitalizzazione borsistica totale: : 3.802,71 milioni di euro
  • Numero di titoli: Non comunicato
  • Piazza di quotazione: Bolsa de Madrid
  • Mercato: Tradedbutnotlisted
  • Indice: Ibex 35
  • Settore di attività: Banca

 

L’attività della società Santander

Il gruppo bancario Santander è il primo gruppo di questo settore di attività in Spagna. La sua attività può essere suddivisa in tre grandi poli:

  • La banca commerciale, con la retailbank e le prestazioni di servizi finanziari come i crediti.
  • La banca di investimento, di finanziamento e di mercato con i finanziamenti classici e personalizzati, l’ingegneria finanziaria, gli interventi sul mercato azionario e sul mercato dei cambi.
  • Infine, la gestione di attivi e banca privata che sviluppa anche un’attività assicurativa tramite la filiale Santander Seguros e BanestoSeguros.

Attualmente Santander gestisce ben 647,6 miliardi di euro di prestiti e 770,5 miliardi di euro di crediti con una rete di circa 13.000 agenzie nel mondo. Tocca il mercato europeo ma anche quelli dell’America Latina e degli Stati Uniti.

 

Conoscere la concorrenza delle azioni Santander

Il Banco Santander, o semplicemente Santander, si classifica ad oggi tra i più grandi gruppi bancari spagnoli e, giorno dopo giorno, guadagna sempre più quote di mercato in Europa e nel resto del mondo, in particolare grazie allo sviluppo della sua attività in America Latina. Tuttavia subisce una forte concorrenza da parte di altri grandi gruppi soprattutto in Europa, che rimane il suo mercato di predilezione.

Nel 2016 il Banco Santander si posiziona in settima posizione nella classifica europea delle più grandi banche in termini di volume d’affari. È preceduto dalla banca francese BNP Paribas, attualmente leader del suo segmento, e dal gruppo britannico Barclays, che occupa il secondo posto. Viene poi il gruppo bancario tedesco Deutsche Bank che si piazza al terzo posto del podio.

I tre posti successivi sono occupati dalla francese Crédit Agricole, che è quarta, dalla Royal Bank of Scotland, che si posiziona quinta, e dalla banca francese Société Générale, che occupa il sesto posto. Sempre in questa classifica, Santander è seguita da vicino dalla BPCE che, anch’essa, deve essere tenuta d’occhio.

Troverete con relativa facilità delle informazioni sulla maggior parte di questi grandi gruppi bancari concorrenti del Banco Santander perché tutte queste aziende sono quotate in Borsa. Vi consigliamo in particolare di tenere d’occhio le loro quote di mercato rispettive con i loro attivi nonché tutte le attualità economiche che potrebbero influenzare una di queste azioni rispetto alle altre. Il vostro broker di CFD vi fornirà un flusso di notizie che vi aiuterà a realizzare una buona analisi fondamentale.

 

Le alleanze strategiche strette dal gruppo Santander

Il gruppo spagnolo Santander mette regolarmente a profitto le relazioni che intesse con altre aziende in tutto il mondo.

Santander si è in particolare avvicinata al fabbricante di automobili francese PSA nel 2013 per creare una joint-venture in Polonia che ha l’obiettivo di occuparsi del finanziamento dei concessionari di auto del paese distributori dei marchi Peugeot, Citroën e DS.

Santander si è anche collegata alla società CNP Assurances per distribuirne in esclusiva i prodotti assicurativi.

Infine, un’altra banca, il gruppo marocchino Attijariwafa, si è associata nel 2016 alla banca Santander con l’obiettivo di semplificare le pratiche dei rispettivi clienti.

Altre alleanze potrebbero essere strette in futuro da Santander e dovranno anch’esse essere tenute d’occhio per meglio capirne l’impatto in Borsa.

 

Analisi della quotazione delle azioni Santander

Le azioni Santander sono state quotate per la prima volta sul mercato borsistico nel 2014. L’analisi storica del suo corso mostra differenti fasi successive. Per prima cosa si può osservare un calo del corso da 19,04 € a gennaio 2014 a 13,50 € ad agosto dello stesso anno. Subito dopo questa tendenza al ribasso, una ripresa al rialzo ha permesso al titolo di rimontare al livello di 23,79 € nel luglio 2015, ad oggi il suo massimo storico.

Una nuova tendenza al ribasso ha successivamente trascinato il corso delle azioni verso un minimo di 8,23 € a marzo 2016 in seguito al quale si può immaginarel’inizio di una progressiva ripresa rialzista.

 

Fare delle previsioni sulla quotazione delle azioni Santander

Per realizzare delle previsioni sulla quotazione delle azioni Santander, basta concentrarsi sugli indicatori giusti e seguire gli eventi che hanno degli effetti diretti su questo mercato. Tra gli elementi da seguire troviamo:

  • Gli indicatori tecnici come l’analisi delle tendenze
  • La salute economica del settore bancario spagnolo
  • L’evoluzione della domanda di finanziamenti
  • Le decisioni della Banca Centrale Europea
  • La salute economica spagnola ed europea

Come cominciare a trattare le azioni Santander?

Le azioni Santander sono accessibili, come molte altre azioni europee, dalla maggior parte delle piattaforme di trading online. Cominciate a trattare subito sul loro corso grazie all’eccellente broker che vi raccomandiamo.

I CFD sono degli strumenti complessi che presentano un elevato rischio di perdita rapida di capitale a causa dell’effetto leva. Una percentuale di conti di clienti privati compresa tra il 74% e l’89% perde denaro in occasione della negoziazione di CFD. Per utilizzare questi strumenti è indispensabile essere certi di comprendere il funzionamento dei CFD e di potersi permettere di assumere l’elevato rischio di perdere il proprio denaro.