eToro
Plus500
Valutazione: 4.46 50 voti
 

Comprare e vendere le azioni Samsung con i CFD

L’Europa e gli Stati Uniti non sono gli unici a proporre delle azioni di Borsa interessanti per i trader privati. Prendiamo qui in considerazione in particolare le azioni coreane Samsung che attirano da diversi anni un numero sempre maggiore di investitori.

Per comprare e vendere queste azioni, prendetevi per prima cosa il tempo di scoprire quali siano esattamente le attività di questa azienda nonché alcuni dati essenziali relativi alla quotazione di questo titolo ed alla sua evoluzione nel corso degli ultimi anni con un’analisi tecnica storica completa. Infine, vi sveleremo gli indicatori da seguire per una strategia vincente.

 

Le azioni Samsung in breve:

  • Capitalizzazione borsistica totale: 167.289,80 milioni di dollari
  • Numero di titoli: Non Comunicato
  • Piazza di quotazione: Non Comunicato
  • Mercato: Non Comunicato
  • Indice: NASDAQ
  • Settore di attività: Elettronica e Tecnologia

 

L’attività della società Samsung

Samsung è un’azienda coreana specializzata in elettronica e periferiche. Produce e commercializza prodotti elettronici ed informatici. La sua attività può essere comunque ripartita in diversi poli tra cui i prodotti elettronici di larga distribuzione, le tecnologie dell’informazione, le comunicazioni mobili e le soluzioni informatiche.

Samsung fornisce anche televisione via cavo, monitor, stampanti, climatizzatori, frigoriferi, macchine per il lavaggio e dispositivi medicali. La divisione “Tecnologie dell’impresa e comunicazione mobile” propone prodotti portatili, sistemi di comunicazione, computer e macchine fotografiche digitali. Infine, la divisione delle soluzioni informatiche propone circuiti integrati, memorie informatiche, sistemi a grande scala e diodi elettroluminescenti.

 

Conoscere la concorrenza delle azioni Samsung

La società Samsung è da lungo tempo un grande nome del settore dell’high-tech, degli elettrodomestici e della tecnologia in generale ma da alcuni anni sembra specializzarsi sempre di più nella progettazione e vendita di telefoni cellulari di tipo Smartphone.

Su questo mercato molto apprezzato e in pieno sviluppo, il principale concorrente del gruppo Samsung è ovviamente la statunitense Apple che detiene infatti il 14,1% del mercato. Samsung si contende il primo posto della classifica mondiale con questo gruppo che è quindi bene seguire con la più grande attenzione.

Il fabbricante cinese Huawei è un nuovo concorrente di Samsung sempre più presente sulla scena internazionale. Questi dispone dell’8,9% delle quote di mercato del settore della telefonia mobile. Un altro cinese, Xiaomi, è anch’esso in concorrenza con Samsung con il 7.9% di quote di mercato.

Si trovano poi altri concorrenti meno pericolosi come il fabbricante Lenovo che perde progressivamente terreno da alcuni anni e dispone soltanto del 4,8% di quote di mercato.

Bisogna ovviamente prendere in considerazione la concorrenza che opera in altri settori di attività in cui opera Samsung tra cui quelli degli elettrodomestici e dell’informatica con, per esempio, le società Sony, HP e Philips.

Troverete molto facilmente delle informazioni su queste aziende consultando dei siti specializzati in economia o direttamente nel flusso di attualità del vostro broker.

 

Le alleanze strategiche strette dal gruppo Samsung

Come si può constatare, Samsung è stata capace di sviluppare e far sviluppare le proprie attività in modo tale da rimanere competitiva e produrre utili nel corso degli ultimi decenni. La strategia si basa principalmente sulle alleanze strategiche strette con altre aziende del settore, concorrenti o connesse alle sue attività.

Samsung è per esempio in relazione al gruppo Microsoft con cui lavora da molti anni per proporre delle soluzioni di mobilità per le imprese.

Dal 2017 è anche uno stretto partner della società Google. Le due aziende hanno infatti annunciato una collaborazione finalizzata a sviluppare delle soluzioni di intelligenza artificiale.

Samsung ha anche stretto partenariati e alleanze con delle società in grado di permettergli di migliorare i propri prodotti. Ha in particolare fatto appello alle competenze del gruppo Tesla per progettare le batterie installate nei suoi Smartphone.

D’altra parte, anche Samsung propone le proprie competenze ad alcuni dei suoi partner e concorrenti come il gruppo Apple per il quale ha progettato lo schermo curvo che equipaggia la nuova generazione di Smartphone iPhone.

 

Analisi della quotazione delle azioni Samsung

Le azioni Samsung come le conosciamo oggi sono state quotate per la prima volta sul mercato borsistico a maggio 2012. L’analisi dei grafici storici mostra una bassa volatilità di questo titolo che evolve in maniera piuttosto stabile nel corso del tempo.

Nel complesso, si constata un picco rialzista a febbraio 2013 seguito da alcune correzioni al ribasso e riprese al rialzo. Attualmente, dopo un leggero ribasso ad agosto 2015, queste azioni sembrano ripartire al rialzo in una tendenza relativamente interessante.

A partire da questo periodo la quotazione di queste azioni sembra infatti evolvere per gradi nel quadro di una tendenza di fondo rialzista. Un primo rialzo ha permesso alla quotazione di raggiungere i 1.350$ ad ottobre 2016. Questa tendenza molto volatile ha successivamente rallentato pur mantenendosi rialzista e il suo proseguimento ha infine consentito al titolo di superare la soglia psicologica dei 1.500$ a gennaio 2017. In seguito al superamento di questa resistenza maggiore che non era più stata raggiunta da febbraio 2013, gli investitori hanno acquistato in massa questo titolo promettente che ha così superato un nuovo livello superando i 2.000$ a giugno 2017.

Da allora la quotazione di questo attivo sembra stabilizzarsi intorno a quota 2.100$. Questo improvviso rallentamento della volatilità non comporta comunque la fine della tendenza rialzista delle azioni Samsung e può assolutamente dar luogo ad un nuovo rialzo più marcato tra qualche mese o qualche anno.

 

Fare delle previsioni sulla quotazione delle azioni Samsung

Per realizzare delle previsioni sulla quotazione delle azioni Samsung, basta concentrarsi sugli indicatori giusti e seguire gli eventi che hanno degli effetti diretti su questo mercato. Tra gli elementi da seguire troviamo:

  • Gli indicatori tecnici come l’analisi delle tendenze
  • La salute economica del settore della tecnologia e dell’informatica
  • Le innovazioni tecnologiche di questo gruppo
  • L’uscita dei prodotti
  • I risultati annuali della società

 

Perché è interessante trattare sulla quotazione delle azioni Samsung?

Nel corso degli ultimi anni, le azioni Samsung hanno fatto innamorare numerosi investitori in Borsa che hanno acquistato questo titolo profittando della tendenza di fondo rialzista osservata. Ma il rialzo dei prezzi attuale, continuerà ulteriormente? È veramente interessante trattare sulla quotazione di queste azioni?

In considerazione delle informazioni tecniche in nostro possesso, se avete in programma di acquistare questi titoli nel quadro di una strategia lunga, vi consigliamo prima di tutto di essere pazienti. Da alcuni mesi, infatti, le azioni Samsung hanno rallentato la loro crescita e ciò può annunciare sia un prosieguo che un’inversione della tendenza rialzista. Si raccomanda quindi di aspettare un segnale più forte prima di entrare sul mercato.

Ma niente impedisce di prendere posizione a più breve termine per profittare degli attuali micromovimenti utilizzando i CFD con un effetto leva. Baserete così, di preferenza, la vostra strategia sullo studio delle news del gruppo e di questo settore di attività e in particolare delle innovazioni a venire che sono dei buoni punti di entrata sul mercato. In ogni caso non trascurate l’analisi tecnica.

Come cominciare a trattare le azioni Samsung?

Adesso che siete pronti ad acquistare online le azioni Samsung, create il vostro conto di trading sulla piattaforma di uno dei migliori broker del momento e profittate di strumenti e funzionalità innovativi per speculare con i CFD.

I CFD sono degli strumenti complessi che presentano un elevato rischio di perdita rapida di capitale a causa dell’effetto leva. Una percentuale di conti di clienti privati compresa tra il 74% e l’89% perde denaro in occasione della negoziazione di CFD. Per utilizzare questi strumenti è indispensabile essere certi di comprendere il funzionamento dei CFD e di potersi permettere di assumere l’elevato rischio di perdere il proprio denaro.