eToro
Plus500
Valutazione: 4.48 83 voti
 

Comprare le azioni Peugeot con i CFD

In Europa, i costruttori automobilistici godono di un’ottima reputazione internazionale e si spartiscono una larga parte del mercato. Tra questi costruttori, la società Peugeot è uno dei leader di questo settore specifico. Per trattare sulla quotazione di queste azioni è necessario poterne seguire l’evoluzione in diretta: è quanto vi proponiamo qui con in più delle informazioni utili circa la loro quotazione sul mercato borsistico. In questo articolo troverete inoltre un’analisi del corso di questo titolo nonché delle spiegazioni sulla maniera di realizzare delle previsioni sulle future tendenze.

 

Le azioni Peugeot in breve

  • Capitalizzazione borsistica totale: 12.755,60 milioni di euro
  • Numero di titoli: 808.083.820
  • Piazza di quotazione: Euronext Paris
  • Mercato: Compartiment A
  • Indice: CAC 40
  • Settore di attività: automobili

 

L’attività della società Peugeot

La società Peugeot è attualmente il secondo fabbricante di automobili dell’Unione Europea e la sua attività può essere suddivisa in tre settori ben distinti, cioè:

  • La divisione automobilistica, che gestisce le attività di progettazione, di fabbricazione e di vendita di autovetture e di veicoli commerciali sotto i marchi Peugeot, Citroën e DS.
  • La divisione equipaggiamenti automobilistici, con il gruppo Faurecia che è specializzato in sistemi interni, sedili, allestimenti esterni di auto e tutte le tecnologie di controllo delle emissioni.
  • La divisione delle attività di finanziamento, con il gruppo Banca PSA France che gestisce i finanziamenti alla vendita dei veicoli delle marche Peugeot, Citroën e DS nonché il finanziamento delle reti di distribuzione. Questo gruppo ha attualmente lo statuto di istituto finanziario.

Attualmente la Peugeot conta 189.786 dipendenti.

 

Conoscere la concorrenza delle azioni Peugeot

Il gruppo PSA è oggi uno dei grandi nomi europei del settore dell’automobile e cerca di posizionarsi anche nel resto del mondo ma subisce ovviamente la concorrenza di altri grandi gruppi che lo contrastano duramente.

Sul mercato europeo, i principali concorrenti di Peugeot sono il fabbricante tedesco Volkswagen, il francese Renault e l’italiano Fiat. Per quanto riguarda il mercato internazionale, PSA si confronta alla concorrenza dell’americano Ford e del giapponese Toyota.

È semplicissimo procurarsi delle informazioni su queste aziende perché fanno tutte parte di importanti indici borsistici. Troverete quindi delle informazioni sulle notizie che le riguardano e sui loro risultati nel sito o sulla piattaforma del vostro broker oppure nei siti web specializzati in economia. Vi consigliamo di integrare queste informazioni all’analisi fondamentale di questo titolo per anticipare al meglio le future variazioni di quotazione e, quindi, realizzare delle strategie valide.

 

Le alleanze strategiche strette dal gruppo Peugeot

Il gruppo Peugeot-Citroën (PSA) deve la propria posizione sul mercato ad una strategia ben rodata che si basa in gran parte su delle alleanze strategiche con altre società dello stesso settore o di settori differenti. È quindi importante tenersi al corrente di tali alleanze per determinarne il possibile impatto sulla quotazione delle azioni PSA.

È noto, per esempio, che il gruppo PSA si è alleato con il suo concorrente statunitense Ford per sviluppare dei motori diesel. Questa collaborazione dura da alcuni anni ed è stata recentemente ricondotta ulteriormente per alcuni anni.

Sempre nel quadro di una strategia di sviluppo, PSA è partner delle società Orange ed Ericsson con cui, da inizio 2017, mette a punto un veicolo che integra una connessione sulla rete 5G.

PSA ha anche trovato degli alleati nel settore finanziario. È il caso della banca BNP Paribas che ha appena siglato un accordo a lungo termine con il costruttore per finanziare l’acquisto di Opel/Vauxhall. È anche il caso della banca Santander che già da alcuni anni è partner di PSA Finance per il finanziamento dei veicoli Peugeot, Citroën e DS.

Al di là di queste alleanze strategiche è interessante seguire le altre novità del gruppo come le operazioni di acquisto o di fusione che possono influenzare fortemente la quotazione in Borsa di queste azioni.

 

Analisi della quotazione delle azioni Peugeot

L’analisi grafica della quotazione delle azioni Peugeot è molto specifica ed è marcata da dei periodi di forte volatilità, soprattutto al ribasso per quanto riguarda gli ultimi dieci anni. Da giugno 2007 a gennaio 2008 il prezzo di queste azioni ha subito un crollo storico prima di arrivare infine a riapprezzarsi fino a luglio 2011. Si osserva a questo punto un nuovo ribasso che terminerà a giugno 2013. Da allora, il titolo sembra rimontare progressivamente lasciando presagire una tendenza rialzista a lungo termine.

Si nota infatti una progressione rialzista non priva di correzioni al ribasso con una volatilità anch’essa aleatoria. Il titolo ha quindi superato la soglia dei 10€ con qualche difficoltà ad inizio 2014. Bisogna poi attendere la fine di questo stesso anno perché le azioni si dirigano finalmente verso una tendenza rialzista più netta in direzione dei 20€, soglia che alla fine non viene però raggiunta. La quotazione delle azioni Peugeot è comunque riuscita a recuperare alcuni punti a 19,34€ a giugno 2015 prima di ritracciarsi infine verso gli 11€ a luglio 2016.

Dalla fine del 2016 il titolo Peugeot recupera al rialzo e si dirige nuovamente verso la resistenza tecnica dei 20€. L’eventuale superamento di quest’ultima dovrebbe condurre ad un più significativo prosieguo della tendenza rialzista ma, se la soglia dovesse resistere, bisognerà attendersi un nuovo calo.

 

Perché e come trattare la quotazione delle azioni Peugeot online?

Per molto tempo le azioni Peugeot hanno svolto un ruolo di bene rifugio della Borsa di Parigi ma da alcuni anni, dopo il forte calo registrato prima del 2014, deludono gli investitori. È quindi logico chiedersi se sia realmente interessante trattare queste azioni e come fare per trattarle.

Sebbene il mercato si mostri molto incerto in questi ultimi mesi, gli analisti rimangono fiduciosi circa il ritorno al rialzo di questo titolo ma non nell’immediato. Per prendere posizione all’acquisto a lungo termine su queste azioni si raccomanda di aspettare una nuova correzione al ribasso in direzione degli 11€. L’analisi tecnica indica infatti che sotto questa soglia il corso va incontro ad una resistenza forte che dovrebbe indurre un’inversione rialzista importante con un’alta probabilità di ritorno al di sopra dei 20€.

Sebbene tutti gli attori del settore della fabbricazione di automobili abbiano recentemente conosciuto dei cali in Borsa similari, PSA ha subito delle perdite 5 volte maggiori rispetto al suo concorrente diretto, il costruttore francese Renault. È quindi logico che questa sottovalutazione venga corretta rapidamente quando gli investitori si interesseranno nuovamente a queste azioni.

Se volete prendere delle posizioni più corte, vi consigliamo di seguire con attenzione gli indicatori tecnici basando però le prese di posizione anche sulle notizie relative a questo settore.

 

Elementi a favore di un aumento del prezzo dell'azione Peugeot:

Per continuare ad attrarre investitori e aumentare la sua redditività e i suoi profitti, il Gruppo Peugeot ha una serie di vantaggi. Infatti, sono questi punti di forza che è necessario studiare e confrontare con le debolezze di questa società per conoscere gli argomenti a favore di un aumento del titolo Peugeot e gli argomenti a favore di una diminuzione di questo valore. Vi suggeriamo quindi di iniziare questa analisi con una sintesi degli elementi che potrebbero incoraggiare gli investitori ad acquistare questo titolo.

In primo luogo, la posizione del Gruppo PSA nel segmento delle case automobilistiche è senza dubbio uno dei principali punti di forza di questa società e la sua quota di mercato azionario. Attualmente, infatti, il Gruppo Peugeot è leader in questo settore per quanto riguarda il mercato francese. Ma è anche molto ben posizionata a livello europeo in quanto è il secondo produttore più grande in questo settore. A livello internazionale, il PSA è ovviamente uno dei giganti di questo settore.

Un altro punto di forza di questo valore è la popolarità e l'immagine del marchio, in particolare per quanto riguarda le marche di veicoli Peugeot e Citroën, che godono di un'immagine molto positiva presso il grande pubblico nel segmento dei veicoli di media gamma. Questo le consente di mantenere i clienti esistenti e di conquistarne di nuovi.
Il gruppo PSA si è inoltre distinto dalla concorrenza attraverso una strategia di alleanza ben ponderata con alcuni dei suoi diretti concorrenti. Ciò riguarda in particolare il settore della ricerca e sviluppo con imprese comuni, ma anche la produzione di alcune parti di automobili e in particolare di parti di motori. Tra le aziende con cui PSA è abituata a stringere alleanze sono i produttori General Motors, BMW e Mitsubishi.

PSA è ben posizionata anche nel segmento dei veicoli elettrici e ibridi, con molti modelli già presenti sul mercato e altri ancora in fase di sviluppo. In considerazione dell'interessante crescita di questo segmento e delle attuali sfide ecologiche globali, ciò garantisce interessanti entrate future.

Questo ci porta ad un altro punto molto importante di questo titolo, che riguarda la forte capacità di innovazione del gruppo, che investe molto in ricerca e sviluppo e rilascia ogni anno modelli di veicoli innovativi e più efficienti.
Naturalmente, da un punto di vista finanziario, gli azionisti e gli investitori sono sedotti e rassicurati dai risultati più che positivi pubblicati ogni anno dal Gruppo PSA. Il gruppo mostra un livello di profitto molto interessante per questo settore industriale e un flusso di cassa altrettanto convincente.

Infine, l'ultimo asset che il Gruppo Peugeot ha a disposizione per attirare sempre più investitori sul mercato azionario è la comunicazione globale. Il gruppo punta molto sulla sua strategia di marketing con numerose pubblicità sui vari media, ma anche su una popolarità basata su un'elevata visibilità attraverso le sue attività nel campo degli sport motoristici. In questo modo, i veicoli del gruppo mostrano buone prestazioni nel contesto dei campionati rally.

 

Elementi a favore di una diminuzione del prezzo del titolo Peugeot:

Naturalmente, se da un lato sono importanti gli argomenti a favore dell'aumento del prezzo delle azioni Peugeot nel medio o lungo termine, il gruppo ha anche le sue debolezze e gli argomenti che possono influenzare il ribasso del prezzo delle azioni devono essere noti e controllati per non commettere errori strategici. Ecco gli elementi negativi di questa azione:

  • In primo luogo, il gruppo PSA ha difficoltà a controllare le sue economie di scala. Di conseguenza, la sua capacità di crescita si riduce e le prospettive di crescita del fatturato sono inferiori a quelle dei suoi concorrenti.
  • Anche la produzione del gruppo è troppo elevata rispetto all'attuale domanda del mercato automobilistico. Sembrerebbe infatti che il gruppo abbia sovrastimato questa domanda e si trovi ora con grandi scorte di veicoli nuovi che non è in grado di vendere anche se la produzione continua a crescere.
  • La strategia di espansione del Gruppo PSA comprende molte alleanze con altre società, ma mancano gli investimenti in acquisizioni e fusioni. Di conseguenza, Peugeot non è in grado di espandere con maggiore successo le proprie attività a livello internazionale.
  • La mancata internazionalizzazione delle attività di vendita di veicoli del Gruppo PSA è ovviamente un altro punto negativo per la sua crescita. Infatti, Peugeot è attualmente fortemente dipendente dai mercati europeo e nordafricano, che sono i suoi principali settori di riferimento. D'altra parte, i suoi concorrenti stanno iniziando a posizionarsi in alcuni mercati in crescita come i mercati emergenti dell'Asia.
  • Un'altra debolezza del Gruppo PSA riguarda anche l'incapacità di innovare a sufficienza per posizionarsi nel segmento dei veicoli di alta gamma o di lusso, un segmento particolarmente vivace e meno ciclico perché meno sensibile alla salute economica generale. L'azienda continua a dipendere principalmente dal segmento dei veicoli di media e bassa gamma, le cui vendite sono molto incerte.
  • Infine, e in generale, la concorrenza sul mercato dell'industria automobilistica è un altro fattore negativo per la crescita del gruppo Peugeot, che deve affrontare importanti nemici a livello europeo come Volkswagen o a livello francese come Renault. Questi concorrenti competono per l'innovazione e la strategia per conquistare nuove quote di mercato e si posizionano favorevolmente sui nuovi mercati internazionali.

Alla fine, l'azione Peugeot ha quasi tutti gli asset quanti i difetti e quindi è necessario fare un confronto tra questi punti negativi e positivi per considerare nel miglior modo possibile le future variazioni di questa azione e per assumere posizioni strategiche considerate.

 

Opportunità e minacce del Gruppo Peugeot e della sua quota di mercato azionario:

Anche se le informazioni appena menzionate consentono di dare un'occhiata obiettiva alla situazione attuale di Peugeot, non tengono conto di eventi futuri che potrebbero influire sul corso delle sue azioni. Questo è ciò che ci proponiamo di scoprire ora con le principali opportunità di sviluppo di questo gruppo e le minacce che possono ostacolare questo sviluppo.

Partiamo dalle opportunità che il Gruppo Peugeot potrebbe cogliere per aumentare la sua espansione e aumentare la sua redditività.

  • In primo luogo, il Gruppo Peugeot ha buone possibilità di sviluppare con successo le proprie attività nei mercati emergenti attraverso alleanze strategiche. È il caso, in particolare, di una recente impresa comune al 50 % con il gruppo Toyota nella Repubblica ceca, ma potrebbe riguardare anche altre future alleanze di questo tipo.
  • Anche le partnership per ridurre i costi di produzione del gruppo potrebbero aumentare nei prossimi anni e dovrebbero quindi offrire margini più elevati al gruppo, con un impatto diretto sull'attrattiva di questa quota di mercato azionario per i commercianti.
  • Mentre il mercato automobilistico tende a ristagnare in Europa, questo non è il caso di tutti i paesi, poiché alcuni mercati sono in piena espansione. Ciò riguarda in particolare il mercato brasiliano sul quale PSA si sta affermando con successo e che dovrebbe garantire molte vendite future.
  • Infine, i veicoli ibridi sviluppati dal Gruppo PSA hanno riscosso un grande successo sul mercato grazie al successo dei test di performance in cui alcuni concorrenti non hanno ottenuto un rating soddisfacente. Questo dovrebbe anche aumentare la popolarità di questo marchio e portare ad un aumento delle vendite.

Per quanto riguarda le minacce dirette che il Gruppo Peugeot dovrà affrontare nei prossimi anni, saranno monitorati anche i seguenti punti:

  • In primo luogo, e come già detto in precedenza, il livello di concorrenza in questo settore è oggi particolarmente elevato e si prevede che continui a crescere nei prossimi anni.
  • I costi finanziari sostenuti da Peugeot nella ricerca e sviluppo porteranno senza dubbio a risultati netti meno interessanti per i passeggeri rispetto a quelli precedentemente presentati dal gruppo, il che potrebbe portare a un calo del prezzo di mercato di questa azione.
  • Nei mercati emergenti, Peugeot dovrà affrontare la forte concorrenza delle aziende giapponesi e coreane che attualmente dominano questo settore con produzione locale e grande popolarità.
  • Infine, la necessaria delocalizzazione di gran parte della produzione del gruppo PSA dovrebbe essere considerata negativamente anche dal governo francese e potrebbe incidere sia sull'immagine del gruppo in Francia che sulla sua capacità di allinearsi ai prezzi dei suoi principali concorrenti, che già producono a costi inferiori e possono vendere i loro veicoli a prezzi inferiori o realizzare maggiori margini a prezzi equivalenti.

Cominciare a speculare sul corso delle azioni Peugeot

Per speculare sulla quotazione delle azioni Peugeot l’ideale è utilizzare i CFD tramite un mediatore Forex. Potrete così trattare sia al rialzo che al ribasso.

76.4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.