eToro
Plus500
Valutazione: 4.54 35 voti
 

Comprare/vendere le azioni Novartis con i CFD

Alcune azioni svizzere sono accessibili tramite i CFD proposti dalle piattaforme di trading online e sono particolarmente interessanti da trattare. È il caso delle azioni Novartis del settore della sanità che vi proponiamo di scoprire qui più in dettaglio. In questa scheda dettagliata troverete la loro quotazione in diretta, il loro storico tecnico e delle informazioni a proposito dell’attività di questa società.

 

Le azioni Novartis in breve

  • Capitalizzazione borsistica totale: 200.506,78 milioni di franchi svizzeri
  • Numero di titoli: Non comunicato
  • Piazza di quotazione: Main Standard
  • Mercato: SIX Swiss Exchange
  • Indice: FTSE 100
  • Settore di attività: Sanità

 

L’attività della società Novartis

Il gruppo svizzero Novartis è uno dei più grandi gruppi internazionali nel settore della progettazione, produzione e vendita di prodotti farmaceutici. La sua attività può essere ripartita in differenti poli tra cui:

  • I prodotti farmaceutici che rappresentano oltre il 61% del volume d’affari totale.
  • I prodotti per cure oftalmologiche che rappresentano circa il 20% del volume d’affari totale.
  • I farmaci generici che rappresentano il 18,5% del volume d’affari totale e che vengono commercializzati sotto il marchio Sandoz.

Novartis realizza una gran parte del proprio volume d’affari in Europa ma raggiunge anche i mercati di Stati Uniti, Giappone e parte dell’Africa dell’Asia.

 

Conoscere la concorrenza delle azioni Novartis

La società Novartis è conosciuta per essere uno dei più grandi gruppi farmaceutici del mondo in termini di volume d’affari. Tuttavia, la classifica di queste aziende cambia costantemente per via delle continue innovazioni proposte dai vari laboratori e Novartis deve quindi fronteggiare una forte concorrenza internazionale.

Tra i principali concorrenti di Novartis si ritrova in particolare la società Pfizer che è attualmente quella che ottiene i più elevati profitti al mondo ed è il numero uno del settore in termini di volume d’affari.

Sebbene Novartis la segua da vicino, allo stesso livello si trovano le società Sanofi, Merck e Roche, tutti seri concorrenti. È anche raccomandabile seguire con attenzione le acquisizioni di quote di mercato del gruppo Bayer che, grazie all’acquisto di Monsanto nel 2017, potrebbe diventare il numero uno incontestato del settore.

Quindi, quando comincerete a realizzare l’analisi della quotazione delle azioni Novartis dovrete utilizzare sia un’analisi tecnica affidabile che un’analisi fondamentale che includa uno studio della concorrenza in questo settore. Consigliamo in particolare di seguire le notizie importanti come il lancio di nuovi trattamenti o medicinali nonché le operazioni di acquisto, fusione e joint-venture di queste società. Potrete trovare queste informazioni nei siti dei migliori broker del mercato che forniscono ai propri utenti le notizie economiche in tempo reale.

 

Le alleanze strategiche strette dal gruppo Novartis

Il gruppo Novartis, tanto quanto i suoi concorrenti, ha saputo stringere varie alleanze strategiche che gli permettono, in particolare, di restare in corsa nell’innovazione terapeutica.

Da rilevare in particolare l’operazione di scambio di attivi che Novartis ha effettuato in Gran Bretagna con i laboratori GlaxoSmithKline, operazione che gli ha consentito di acquistare i trattamenti oncologici di questa società per un importo di 16 miliardi di dollari in cambio delle proprie attività nel campo dei vaccini che sono state acquistate da GSK per 7,05 miliardi di dollari.

Più recentemente, Novartis si è inoltre associata alla società tecnologica Propeller Health per mettere a punto degli inalatori connessi i cui primi modelli dovrebbero essere lanciati sul mercato nei prossimi anni.

Ma non si tratta dell’unica alleanza tecnologica stretta da Novartis. Già alcuni anni fa, infatti, il gigante farmaceutico si è associato al gigante del web Google per sviluppare delle lenti a contatto intelligenti e connesse che dovrebbero consentire di misurar il tasso di glicemia di persone affette da diabete. Questa alleanza in particolare riveste una grande importanza nella strategia commerciale di Novartis. Non bisogna infatti dimenticare che la sanità connessa è un settore in piena espansione e rappresenta quindi una grande sfida per le aziende del settore farmaceutico, tutte impegnate nello sviluppo di progetti simili.

È importante tenere d’occhio tutte le future alleanze di Novartis per dedurne l’influenza sulla quotazione delle sue azioni.

 

Analisi della quotazione delle azioni Novartis

Per quanto riguarda i grafici storici degli ultimi dieci anni relativi al corso delle azioni Novartis, si osserva una elevata volatilità sul mercato di questo titolo. Le grandi tendenze sono infatti nel complesso marcate da numerosi micromovimenti alti e bassi.

Dopo un ribasso da novembre 2006 a marzo 2009 che ha fatto scendere il prezzo delle azioni Novartis a 40,36CHF, il titolo ha recuperato al rialzo nel quadro di una tendenza che è stata da principio di scarsa ampiezza, fino a dicembre 2012, per poi diventare più forte fino a raggiungere il massimo storico di questo periodo a quota 101,40CHF ad aprile 2015. 

Dopo questo spettacolare rialzo, il corso delle azioni Novartis è ripassato sotto la barra degli 80CHF malgrado una rottura rialzista a quota 82,35CHF a luglio 2016.

 

Fare delle previsioni sulla quotazione delle azioni Novartis

Per realizzare delle previsioni sulla quotazione delle azioni Novartis, basta concentrarsi sugli indicatori giusti e seguire gli eventi che hanno degli effetti diretti su questo mercato. Tra gli elementi da seguire troviamo:

  • Gli indicatori tecnici come l’analisi delle tendenze
  • La salute economica del settore dei prodotti per la salute e dei medicinali.
  • I nuovi prodotti proposti dal gruppo.
  • Le innovazioni nella medicina.
  • Il livello di concorrenza di questo settore di attività.

Come cominciare a trattare le azioni Novartis?

Potete speculare sulla quotazione delle azioni Novartis grazie ai CFD che sono accessibili in qualche clic sulle grandi piattaforme di trading. Raggiungetene una per prendere posizione.

I CFD sono degli strumenti complessi che presentano un elevato rischio di perdita rapida di capitale a causa dell’effetto leva. Una percentuale di conti di clienti privati compresa tra il 74% e l’89% perde denaro in occasione della negoziazione di CFD. Per utilizzare questi strumenti è indispensabile essere certi di comprendere il funzionamento dei CFD e di potersi permettere di assumere l’elevato rischio di perdere il proprio denaro.