eToro
Plus500
Valutazione: 4.44 34 voti
 

Comprare le azioni LVMH con i CFD

Il settore del lusso è senza dubbio uno dei settori più interessanti su cui investire online con i CFD. Vi proponiamo qui di trovare delle buone informazioni a proposito della quotazione delle azioni LVMH, uno dei pilastri di questo settore e certamente una delle aziende più apprezzate del CAC 40. Oltre ai dati e ad alcuni consigli borsistici troverete qui un’analisi storica del corso di questo titolo e le principali caratteristiche di quest’ultimo.

 

Le azioni LVMH in breve

  • Capitalizzazione borsistica totale: 77.581,91 milioni di euro
  • Numero di titoli: 507.735.026
  • Piazza di quotazione: Euronext Paris
  • Mercato: Compartiment A
  • Indice: CAC 40
  • Settore di attività: Abbigliamento

 

L’attività della società LVMH

LVMH altro non è se non il numero uno mondiale del settore dei prodotti di lusso. Più precisamente, la sua attività può essere ripartita in diversi poli che sono:

  • Gli articoli di moda e pelletteria che rappresentano il 34,6% del volume d’affari.
  • Vini e liquori con il 12,8% del volume d’affari (champagne, cognac, vini e whisky)
  • I profumi e i cosmetici per il 10,8% del volume d’affari.
  • Gli orologi ed i gioielli per il 9,1% del volume d’affari.
  • Il resto del volume d’affari viene generato dalla distribuzione selettiva attraverso delle catene come Sephora o La Samaritaine.

Con 125.346 dipendenti nel mondo, LVMH realizza il proprio fatturato in Europa, Asia e Stati Uniti.

 

Conoscere la concorrenza delle azioni LVMH

Il settore del lusso è uno dei pochi a non aver subito gli effetti della crisi economica del 2008 e ciò ha consentito alla società LVMH di mantenere un ottimo posizionamento sul mercato visto che è a tutt’oggi leader internazionale del settore. Tuttavia, non è ovviamente la sola ad operare in questo ambito.

Tra le aziende che minacciano le quote di mercato del gruppo LVMH troviamo quindi dei grandi nomi del lusso come la compagnia finanziaria Richemont, il gruppo Signet, la società statunitense Tiffany & Co, il gruppo PPR, la società Burberry, la compagnia Estée Lauder, il gruppo Asprey Holdings, la società Giorgio Armani, il gruppo francese Pernod-Ricard e il gruppo Ralph Lauren.

A seconda del settore di attività in cui operano queste aziende, l’impatto dei loro risultati sulla quotazione delle azioni LVHM può variare.   I settori qui rappresentati sono infatti sia quelli del lusso che quelli dei vini e liquori che sono altrettante attività svolte dal gruppo LVMH. La concorrenza di ciascuna di queste aziende è quindi parziale.

Prima di trattare la quotazione delle azioni LVMH in diretta, bisogna prendere in considerazione questa concorrenza per realizzare un’analisi fondamentale completa e di buona qualità. Per farlo, si possono ottenere le informazioni necessarie tramite il proprio broker e il flusso di notizie da lui fornito nonché consultando dei siti web specializzati nell’informazione economica o nelle news del settore del lusso. Ovviamente, bisognerà anche realizzare delle analisi tecniche per confortare le proprie posizioni ed anticipare al meglio l’evoluzione delle tendenze.

 

Le alleanze strategiche strette dal gruppo LVMH

Sebbene sia attualmente il numero uno mondiale del settore del lusso, il gruppo LVMH non ha basato il proprio successo su delle alleanze strategiche o su dei partenariati. Il suo nome è raramente associato a degli eventi di terzi e, nel passato recente, non ha partecipato a nessuna joint-venture. Ciò deriva da una volontà ben specifica del gruppo che desidera in tal modo preservare la propria immagine operando da solo.

Bisogna però dire che LVHM non ha realmente bisogno di alleati visto che dispone di tutte le competenze di cui ha bisogno all’interno del suo stesso gruppo. La società ha infatti realizzato numerosi acquisti ed operazioni di fusione che hanno sviluppato la sua attività nel corso del tempo e gli hanno permesso di diversificarsi in vari settori.

Tuttavia, non è escluso che in futuro LVMH si associ ad altre aziende per rispondere ad un’esigenza specifica o aumentare i propri profitti. È quindi interessante seguire con cura le notizie che la riguardano non trascurando di tenere d’occhio anche i futuri acquisti o vendite di filiali che hanno di solito un impatto significativo sulla quotazione delle sue azioni.

 

Analisi della quotazione delle azioni LVMH

L’analisi tecnica storica del corso delle azioni LVMH mostra una buona propensione al rialzo di questo titolo nel corso degli ultimi dieci anni. Infatti, dopo aver subito un leggero ribasso tra il mese di ottobre 2007 e novembre 2008 con il raggiungimento di un minimo storico a 39,19€, il corso di queste azioni si è lanciato in una tendenza rialzista a lungo termine che gli ha permesso di riguadagnare molti dei punti persi e perfino di oltrepassare la soglia dei 150€ a partire da gennaio 2015.

Si nota ciononostante che più la quotazione è elevata, più l’evoluzione è marcata da micromovimenti correttivi.

 

Fare delle previsioni sulla quotazione delle azioni LVMH

Per realizzare delle previsioni sulla quotazione delle azioni LVMH, basta concentrarsi sugli indicatori giusti e seguire gli eventi che hanno degli effetti diretti su questo mercato. Tra gli elementi da seguire troviamo:

  • Gli indicatori tecnici come l’analisi delle tendenze
  • La salute economica del settore del lusso.
  • I nuovi prodotti e mercati del gruppo.
  • Le decisioni economiche del gruppo.
  • Il livello di concorrenza di questo settore.
  • Il costo delle materie prime

Come cominciare a trattare le azioni LVMH?

Per trattare anche voi sulla quotazione delle azioni LVMH con i CFD vi basta raggiungere senza indugio un broker serio e di qualità riconosciuto per le sue funzionalità innovative.

I CFD sono degli strumenti complessi che presentano un elevato rischio di perdita rapida di capitale a causa dell’effetto leva. Una percentuale di conti di clienti privati compresa tra il 74% e l’89% perde denaro in occasione della negoziazione di CFD. Per utilizzare questi strumenti è indispensabile essere certi di comprendere il funzionamento dei CFD e di potersi permettere di assumere l’elevato rischio di perdere il proprio denaro.