eToro
Plus500
Valutazione: 4.39 41 voti
 

Comprare le azioni GoPro con i CFD

Le azioni GoPro sono ormai accessibili presso la maggior parte dei broker Forex che propongono i CFD. Ma per trattarle in maniera redditizia è necessario conoscere alcune informazioni essenziali al loro riguardo. Vi proponiamo di scoprire, tra le altre cose, la loro quotazione borsistica attuale, un’analisi storica del loro prezzo sugli ultimi dieci anni ed alcuni consigli borsistici da applicare per realizzare le vostre proprie analisi.

 

Le azioni GoPro in breve

  • Capitalizzazione borsistica totale: 2.409,18 milioni di dollari
  • Numero di titoli: Non comunicato
  • Piazza di quotazione: NASDAQ All Markets
  • Mercato: NASDAQ
  • Indice: NASDAQ 100
  • Settore di attività: Tecnologia

 

L’attività della società GoPro

Il gruppo statunitense GoPro è stato creato nel 2002 e non ha smesso di conquistare parti di mercato nel suo campo di attività tecnologica. È infatti specializzato nella concezione, fabbricazione e vendita di materiale foto e video con, in particolare, una gamma di fotocamere integrate omonime. 

Ad oggi leader del settore, GoPro impiega ben 1539 persone nel mondo e distribuisce i suoi prodotti in numerosi paesi tra cui i paesi dell’America del Nord e dell’Europa e in generale nell’intero pianeta.

La sua sede è in California.

 

Conoscere la concorrenza delle azioni GoPro

Il gruppo statunitense GoPro è ovviamente stato pioniere del suo estremamente specifico settore di attività, le videocamere integrate, e rimane ad oggi un referente in materia. Tuttavia, molte altre società si sono lanciate nel settore per via del successo riscontrato da questa tecnologia e, quindi, GoPro deve oggi fare fronte ad una concorrenza sempre più forte in particolare da parte di alcune società quotate in Borsa e che dispongono di una grande esperienza nel settore dell’high-tech e delle apparecchiature video.

I due più grandi concorrenti di GoPro in questo settore sono la società Kodak e la società Sony che occupano da molti anni le posizioni di leader del settore video. Queste due aziende hanno infatti recentemente sviluppato delle videocamere per sportivi che offrono gli stessi vantaggi e la stessa tecnologia delle videocamere GoPro.

Ad ogni modo, queste due aziende non sono le uniche a minacciare seriamente GoPro che si scontra sempre di più con la concorrenza proveniente dall’Asia e soprattutto dalla Cina. La società Xiaomi, in particolare, si posiziona attualmente su questo segmento grazie ad una gamma più abbordabile in termini di prezzo. Le videocamere GoPro sono per la maggior parte più costose.

Come abbiamo appena visto, la concorrenza di GoPro nel settore delle videocamere integrate e del materiale video per sportivi è estremamente forte e può avere una forte influenza sulla quotazione delle sue azioni in Borsa. Quando si realizza l’analisi fondamentale di questo titolo è quindi indispensabile integrarvi un serio studio della concorrenza tenendo d’occhio in particolare le innovazioni tecnologiche ed il lancio sul mercato di nuovi apparecchi.

 

Le alleanze strategiche strette dal gruppo GoPro

Anche se presente sul mercato borsistico da relativamente poco tempo, la società GoPro è ben determinata a consolidare la propria notorietà stringendo delle alleanze strategiche con altre aziende di settori equivalenti o differenti.

Uno dei partenariati che è stato maggiormente utile alla notorietà di GoPro è quello stretto nel 2016 con la società RedBull. Le due aziende si sono infatti associate per produrre contenuti che vengono poi distribuiti per creare dei film promozionali. Nel quadro di questa associazione, RedBull ha acquisito alcune quote della società GoPro che diventa in contropartita fornitore ufficiale di RedBull per la produzione di contenuti.

Lo stesso anno, GoPro si è anche associata alla società Periscope, un altro specialista nella diffusione di contenuti che possiede delle piattaforme note in tutto il mondo. Grazie a questo partenariato, Periscope potrà disporre di una maggior quantità di contenuti relativi agli sport estremi al fine di conquistare nuovi utenti. In quest’ottica ha accettato di rendere la propria piattaforma compatibile con le ultime tecnologie delle videocamere GoPro che permettono, ai detentori di dette tecnologie, la diffusione di contenuti in live.

È importante tenersi informati su tutte le altre associazioni che GoPro potrà mettere in opera in futuro e che avranno senz’altro un’influenza sulla quotazione delle sue azioni in Borsa.

 

Analisi della quotazione delle azioni GoPro

Il minimo che si possa dire riguardo ai grafici storici delle azioni GoPro è che il corso di questo titolo è stato segnato da numerose fluttuazioni e da una volatilità molto significativa nel corso degli ultimi dieci anni.

Una prima tendenza al rialzo è terminata nell’ottobre 2007 a quota 70.85$ ed ha ceduto il posto ad una significativa correzione al ribasso che ha riportato il prezzo delle azioni GoPro alla soglia dei 31.88$ nel novembre 2008. Supererà di nuovo la barra degli 80$ a più riprese, una prima volta nell’aprile 2011, poi nel maggio 2012 e nell’ottobre 2014. Ma dopo queste tendenze rialziste forti il corso delle azioni GoPro è ricaduto in direzione dei 9.15$ nel maggio 2016 ovvero al suo minimo storico. Una ripresa al rialzo rimane tuttavia possibile nei mesi a venire.

 

Fare delle previsioni sulla quotazione delle azioni GoPro

Per realizzare delle previsioni sulla quotazione delle azioni GoPro, basta concentrarsi sugli indicatori giusti e seguire gli eventi che hanno degli effetti diretti su questo mercato. Tra gli elementi da seguire troviamo:

  • Gli indicatori tecnici come l’analisi delle tendenze
  • La salute economica del settore del video e della fotografia integrati.
  • I nuovi mercati del gruppo.
  • Le innovazioni tecnologiche del gruppo.
  • Il livello di concorrenza di questo settore di attività.

Come cominciare a trattare le azioni GoPro?

Per cominciare a trattare con le fluttuazioni del corso delle azioni GoPro vi basta creare oggi stesso il vostro conto di trading presso un broker Forex che proponga i CFD sulle azioni internazionali.

I CFD sono degli strumenti complessi che presentano un elevato rischio di perdita rapida di capitale a causa dell’effetto leva. Una percentuale di conti di clienti privati compresa tra il 74% e l’89% perde denaro in occasione della negoziazione di CFD. Per utilizzare questi strumenti è indispensabile essere certi di comprendere il funzionamento dei CFD e di potersi permettere di assumere l’elevato rischio di perdere il proprio denaro.