eToro
Plus500
Valutazione: 4.39 41 voti
 

Comprare le azioni AXA con i CFD

Le azioni AXA sono tra le azioni europee più trattate e non senza motivo. Come scoprirete qui tramite un’analisi storica del suo corso, questo titolo beneficia di un’elevata volatilità.

 

Le azioni AXA in breve

  • Capitalizzazione borsistica totale: 48.033,01 milioni di euro
  • Numero di titoli: 2.428.976.468
  • Piazza di quotazione: Euronext Paris
  • Mercato: Compartiment A
  • Indice: CAC 40
  • Settore di attività: Assicurazioni

 

L’attività della società AXA

La società AXA è un’azienda francese del settore delle assicurazioni ma è anche e soprattutto il leader di questo settore di attività in Europa. AXA propone vari tipi di contratto tra cui in particolare:

  • Contratti di polizza vita con vendita di contratti di risparmio, pensionistici e sulla salute sia per i privati che per le aziende. Questa parte della sua attività rappresenta oltre il 60% del volume d’affari.
  • Contratti di assicurazione per danni nella misura del 31% del volume d’affari con delle polizze RCA,abitazione, danni ai beni e responsabilità civile.
  • Gestione di attivi per il 3,9% del volume d’affari con 1.363 miliardi di euro di attivi gestiti a fine 2015.
  • Contratti di assicurazione internazionale come le polizze per grandi rischi e le prestazioni di assistenza.

AXA impiega attualmente ben 98.279 dipendenti nel mondo.

 

Conoscere la concorrenza delle azioni AXA

Il gruppo francese AXA è uno dei leader del settore delle assicurazioni in Francia ma anche in Europa e nel resto del mondo. Per questo motivo la concorrenza cui deve far fronte è relativamente forte e riguarda aziende europee ed internazionali.

A titolo di esempio, nel settore geografico europeo il principale concorrente di AXA altri non è che il gruppo tedesco Allianz che è peraltro il numero due mondiale di questo settore di attività. Quest’azienda risulta essere particolarmente pericolosa per AXA perché svolge delle attività molto simili e si rivolge allo stesso target. Tanto quanto AXA, Allianz si sviluppa sempre di più nel resto del mondo.

La società italiana Generali è il secondo più serio concorrente del gruppo AXA. Si tratta infatti della terza compagnia di assicurazioni per importanza in Europa ed esercita le stesse attività del concorrente francese.

Si può anche citare la società francese Groupama che è riuscita nell’impresa di posizionarsi come numero due in Francia nel settore delle assicurazioni, subito dietro AXA che rimane il leader nazionale. In territorio francese possiamo anche citare il gruppo MMA che rappresenta però una minaccia meno significativa perché questa azienda si rivolge soprattutto alle associazioni ed alle collettività pur raggiungendo una parte del settore privato e professionale.

Quando si realizza l’analisi di un titolo finanziario come quello del gruppo AXA è indispensabile basare le proprie previsioni di tendenza su differenti indicatori come l’analisi tecnica e i dati dell’analisi fondamentale che integra ovviamente uno studio completo della concorrenza di questo settore. Vi consigliamo in particolare di prendere in considerazione i dati finanziari e i risultati di queste società nonché l’evoluzione delle loro quote di mercato nel mondo. Potrete reperire tutte queste informazioni e molte altre ancora tramite le news del vostro broker o consultando un sito specializzato in attualità economiche.

 

Le alleanze strategiche messe in opera dal gruppo AXA

Il gruppo AXA ha raggiunto la sua posizione di leader mondiale anche attraverso la messa in opera di alcune buone alleanze. Per esempio, il gruppo si è alleato a diverse start-up in Francia, come le società Deliveroo e Blablacar, proponendo a queste aziende una nuova formula di servizi assicurativi.

È inoltre importante sottolineare che AXA non si associa facilmente ad altre società quotate in Borsa, privilegiando le alleanze con piccoli partner. Ciononostante, questo non vuol dire che la società non metterà in opera nei prossimi tempi altri accordi di più vasta portata e si raccomanda di tenere d’occhio tutti gli eventuali partenariati e le collaborazioni suscettibili di avere un’influenza sulla quotazione delle sue azioni in Borsa.

 

Analisi della quotazione delle azioni AXA

L’analisi grafica del corso delle azioni AXA mostra prima di tutto una volatilità a lungo termine molto interessante.
Si osserva in primo luogo una fase ribassista che ha marcato il titolo tra maggio 2007 e marzo 2009 con la quotazione del titolo che è passata da 34,58 € a 6,23 €. Dopo questo periodo, un tentativo di rialzo ha provocato diversi movimenti rialzisti poco significativi fino al 2012 quando si constata una tendenza rialzista più stabile ed ancora ben visibile ad oggi.

Nel quadro di questa tendenza di fondo rialzista particolarmente stabile si osserva una prima evoluzione che permette al titolo di raggiungere la soglia psicologica dei 20€ a gennaio 2014. Tuttavia questa importante resistenza tiene e non consente un’immediata continuazione del rialzo. Si osserva invece una leggera correzione al ribasso che porta la quotazione delle azioni AXA verso quota 17,46€ a luglio 2014. Si assiste quindi a un nuovo infruttuoso tentativo di superamento della soglia dei 20€ a settembre 2014 che si conclude ancora una volta con un ritracciamento strategico meno forte del precedente.

A partire dal mese di ottobre 2014 il titolo entra nuovamente in un’interessante dinamica rialzista e supera infine, a gennaio 2015, la resistenza dei 20€. Resta iscritto in un’evoluzione al rialzo a dente di sega particolarmente volatile fino a novembre 2015 con il raggiungimento di un massimo a quota 25,54€ ma gli investitori si dimostrano ancora una volta prudenti e procedono ad incassare strategicamente gli utili facendo crollare la quotazione sotto la barra dei 20€ a gennaio 2016. Malgrado un’interessante ripresa di punti fino a quota 22,80€ ad aprile 2016, la tendenza al ribasso riprende piede e fa perdere al titolo numerosi ulteriori punti fino a raggiungere i 17,07€ a luglio 2016.

Bisogna poi attendere il mese di ottobre 2016 perché la quotazione di queste azioni superi ancora al rialzo i 20€ e si inserisca in una nuova tendenza all’acquisto. Dall’inizio del 2017 la quotazione di queste azioni oscilla tra i 22€ e i 25€ in una tendenza segnata da numerosi micromovimenti.

L’analisi dei grafici borsistici storici delle azioni AXA porta ad orientarsi piuttosto verso una presa di posizione a medio termine escludendo le posizioni più lunghe, a meno che non si disponga di un elevato capitale di investimento per coprire le correzioni. Le posizioni più corte sono anch’esse consigliabili tramite i CFD ad effetto leva.

 

Fare delle previsioni sulla quotazione delle azioni AXA

Per realizzare delle previsioni sulla quotazione delle azioni AXA, basta concentrarsi sugli indicatori giusti e seguire gli eventi che hanno degli effetti diretti su questo mercato. Tra gli elementi da seguire troviamo:

  • Gli indicatori tecnici come l’analisi delle tendenze
  • La salute economica del settore delle assicurazioni e della finanza
  • I nuovi contratti proposti dal gruppo
  • La salute economica dell’Europa
  • Il livello di concorrenza di questo settore di attività

Come cominciare a trattare le azioni AXA?

Per trattare le azioni AXA online ed avere il massimo di probabilità di ottenere dei profitti è consigliabile utilizzare i CFD. Questi strumenti di trading offrono molti vantaggi e sono molto facili da utilizzare anche da parte di trader principianti.

I CFD sono degli strumenti complessi che presentano un elevato rischio di perdita rapida di capitale a causa dell’effetto leva. Una percentuale di conti di clienti privati compresa tra il 74% e l’89% perde denaro in occasione della negoziazione di CFD. Per utilizzare questi strumenti è indispensabile essere certi di comprendere il funzionamento dei CFD e di potersi permettere di assumere l’elevato rischio di perdere il proprio denaro.