eToro
Plus500

Il mercato degli indici borsistici internazionali

Valutazione: 4.50 10 voti
 

Oltre ad offrire ai propri clienti la possibilità di trattare le azioni in Borsa, i broker online propongono di speculare sulla quotazione dei principali indici borsistici internazionali. Vi proponiamo di scoprire qui in dettaglio la lista degli indici rappresentativi di vari paesi o gruppi di paesi con alcune informazioni da conoscere su ciascuno di essi.

 

 

Cosa sono gli indici borsistici internazionali?

Un indice borsistico è un attivo il cui corso viene determinato a partire dalla media dei corsi di una selezione di azioni. Tali azioni sono generalmente rappresentative di un mercato o di un settore di attività specifico ma nella maggioranza dei casi vengono selezionate a partire dalla loro capitalizzazione borsistica totale per rendere conto dell’economia di un paese o di un gruppo di paesi.

Più in concreto, un indice borsistico internazionale è in qualche modo un paniere di azioni rappresentativo dell’economia nel suo complesso. È quindi la performance globale di queste azioni che determina l’evoluzione dell’indice borsistico e che esprime le tendenze globali del mercato rappresentato.

Gli indici borsistici internazionali permettono ai trader di conoscere le evoluzioni del valore di un mercato e servono da riferimento ai mercati azionari.

 

I due tipi di indici internazionali ed il loro mercato

Si distingue tra due tipi di indici internazionali: gli indici mondiali e gli indici nazionali.

  • Gli indici mondiali rappresentano le più grandi società del mondo. L’indice MSCI World, per esempio, tiene conto di 1.500 azioni provenienti da diversi mercati. Questo particolare indice borsistico viene considerato come una referenza per i fondi di azioni internazionali.
  • Gli indici nazionali rappresentano invece le performance economiche di un paese specifico rendendo conto della progressione delle sue azioni in Borsa. A seconda degli indici, il numero di azioni integrate nel calcolo dell’indice stesso può variare come, per esempio, nel CAC 40, DAX 30 o FTSE 100.

 

I grandi indici internazionali che potete trattare online

Tra gli indici che potete trattare online tramite dei broker Forex o binari su una semplice piattaforma di trading si ritrovano ovviamente gli indici maggiori che sono FTSE MIB, CAC 40Dow Jones, FTSE 100, S1P 100 e Nikkei 225.

Tutti questi indici sono stati creati da grandi società finanziarie coma la Borsa di Londra ed il Financial Time per il FTSE 100 o ancora l’agenzia di notazione Standard &Poor’s per il S&P 500. Grazie a tali indici, queste società rendono conto dell’economia di un settore di attività o di un paese a livello internazionale, influendo sugli altri mercati tra cui il mercato delle azioni, delle obbligazioni e del Forex.

 

 

Gli indici borsistici europei

  • Per l’Italia, il FTSE MIB: comprende le società italiane meglio quotate in termini di capitalizzazione totale.
  • Per il Regno Unito, il FTSE 100: rappresenta le 100 società inglesi più importanti quotate sul London Stock Exchange. Si tratta di un indice ponderato che comprende molte società nel settore delle materie prime.
  • Per la Germania, il DAX30: rappresenta le 30 più importanti società tedesche. È un indice ponderato sulle capitalizzazioni borsistiche e sul volume di scambi. I settori di attività più rappresentati sono la chimica, l’industria e l’automobile.
  • Per la Francia, il CAC 40: rappresenta le 40 società francesi più importanti in termini di capitalizzazione borsistica. Si tratta di un indice ponderato di cui oltre il 15% del valore è detenuto dalla società Total.
  • Per la Spagna, l’Ibex 35: tiene conto delle 35 società spagnole che dispongono della più elevata capitalizzazione borsistica.

 

Gli indici borsistici statunitensi

  • Lo S&P 500: rappresenta 500 società selezionate sui mercati NYSE e NASDAQ ed è un punto di riferimento mondiale per i fondi ETF.
  • Il Dow Jones: anche chiamato DJIA, il Dow Jones è composto da 30 valori provenienti dal NYSE e dal NASDAQ. È uno dei rari indici non ponderati ancora esistenti.
  • Il NASDAQ 100: è composto dai 100 più grandi valori del mercato NASDAQ e comprende prevalentemente dei valori tecnologici.

 

Gli indici borsistici asiatici

  • Per il Giappone, il Nikkei 225: è composto dalle 225 società quotate sul Tokio Stock Exchange che hanno la più elevata capitalizzazione borsistica. Si tratta inoltre di un indice semplice.
  • Per Hong Kong, l’HSI: rappresenta 43 valori suddivisi in sotto indici di settore e comprende diverse società cinesi.
  • Per la Cina, l’SSE Composite: tiene conto di tutte le società quotate sulla Borsa di Shangai, incluse quelle quotate in dollari.

 

Altri indici borsistici

  • Per l’India, il BSE Sensex: è l’indice principale della Borsa di Bombay ed è composto da 30 valori. Propone una ponderazione tramite i flottanti.
  • Per la Russia, l’RTS Index: composto prevalentemente da aziende del settore industriale, quest’indice comprende i 50 valori più importanti e più liquidi del paese. Ha la particolarità di essere quotato in dollari statunitensi.