eToro
Plus500

Comprare le azioni Engie in Borsa

Valutazione: 4.60 5 voti

Le azioni Engie sono tra le più grandi azioni francesi che si possano attualmente trattare online. Si tratta inoltre di un titolo ricercato per la sua redditività. Vi presentiamo qui alcune informazioni utili a proposito di queste azioni e le loro principali caratteristiche. Scoprirete in particolare, oltre alla loro quotazione in diretta, la loro quotazione storica, e dei consigli borsistici per ben realizzare le vostre analisi.

 

Le azioni Engie in breve

  • Capitalizzazione borsistica totale: 28.322,36 milioni di euro
  • Numero di titoli: 2.435.285.011
  • Piazza di quotazione: Euronext Paris
  • Mercato: Compartimento A
  • Indice: BEL 20
  • Settore di attività: Energia

 

L’attività della società Engie

Il gruppo Engie è specializzato nello sviluppo sostenibile ed opera nei settori dell’elettricità, del gas e dei servizi per l’energia.

Mette a punto delle soluzioni innovative per i privati, per le municipalità e per le aziende nell’ambito delle energie rinnovabili, dell’efficienza energetica e delle tecnologie digitali connesse a questo settore.

Il gruppo impiega attualmente 154.950 dipendenti nel mondo e le sue azioni vengono quotate a Parigi e a Bruxelles. Queste azioni integrano inoltre il calcolo di diversi indici borsistici tra cui il CAC 40, il BEL 20, l’Euronext 100 e l’FTSE Eurotop 100.

Engie realizza la maggior parte del proprio volume d’affari in Europa ma raggiunge anche il resto del mondo.

 

Conoscere la concorrenza delle azioni Engie

Il gruppo Engie, precedentemente GDF-Suez, ha saputo crearsi un posto tra i leader del settore dell’elettricità e del gas in Francia e in Europa, soprattutto grazie alla notorietà acquisita prima della privatizzazione di EDF-GDF da cui ha tratto origine. Ma, anche se è attualmente il secondo produttore e distributore di energia in Francia, la sua situazione sul mercato europeo è più complessa per via di una concorrenza sempre più forte da parte di alcuni altri grandi gruppi del settore.

Attualmente, il leader del settore in Europa in termini di volume d’affari è la tedesca E.ON subito seguita in seconda posizione dal gruppo italiano Enel. Engie è, da parte sua, il quarto attore del settore nell’Unione Europea subito dietro il suo concorrente diretto francese EDF. È poi la società RWE ad occupare il quinto posto seguita da vicino dalla SSE nel Regno Unito e dalla spagnola Iberdrola.

Per quanto riguarda il resto del mondo Engie riesce a classificarsi prima della società giapponese TEPCO e prima della joint-venture coreana Korea Electric Power Corporation.

Come abbiamo detto, Engie occupa sul mercato internazionale dell’elettricità e del gas una posizione buona ma fragile, motivo per cui le analisi fondamentali delle sue azioni devono assolutamente prendere in considerazione delle informazioni provenienti dalla concorrenza. Per farlo, si consiglia di consultare regolarmente i flussi di attualità del settore, di far riferimento alle informazioni fornite dal proprio broker o di visitare i siti specializzati in questo specifico settore economico. Sarà così possibile anticipare maggiormente le future variazioni di prezzo di questo titolo.

 

Le alleanze strategiche strette da Engie

Per conservare il proprio posto tra i leader del suo settore di attività e sviluppare il proprio posizionamento nel mondo, Engie ha puntato prima di tutto su una strategia di alleanze ben ragionate con altre grandi aziende operanti in dei settori di attività complementari che gli permettono, in particolare, sia di beneficiare che di mettere a punto alcune interessanti innovazioni tecnologiche.

Per esempio, Engie ha creato nel 2015 un partenariato con il gruppo bancario francese BNP Paribas per poter disporre di un innovativo software di factoring collaborativo su scala internazionale realizzando così dei risparmi sostanziali.

Engie si è ovviamente associata anche a delle aziende più prossime al proprio settore come il gigante statunitense General Electric con cui collabora dal 2016 nel settore dello sviluppo digitale e con la finalità di potenziare le performance della propria produzione. Ancora in questo stesso settore, il gruppo francese si è accordato con il gruppo tedesco Schneider Electric con cui ha creato dei parchi eolici e dei parchi solari utilizzando le soluzioni tecnologiche di controllo e di gestione dei dati sviluppate da quest’ultimo.

È ovviamente probabile che il gruppo Engie metta in opera delle nuove alleanze in un prossimo futuro, in particolare per quanto riguarda il settore delle energie rinnovabili, che sarà bene tenere d’occhio.

 

Analisi della quotazione delle azioni Engie

L’analisi tecnica storica della quotazione delle azioni Engie mostra prima di tutto una tendenza di fondo ribassista da una decina di anni e, di conseguenza, si tratta di azioni da trattare di preferenza a breve termine. I micromovimenti a breve e medio termine, infatti, sono molto pronunciati e volatili.

Nel corso degli ultimi dieci anni, il titolo ha da principio raggiunto il suo massimo storico a quota 43,79€ a maggio 2008 prima di intraprendere una correzione al ribasso marcata da tentativi di ripresa. A settembre 2009 e febbraio 2011 la quotazione delle azioni Engie è riuscita ad innalzarsi verso i 30€ ma ogni volta una correzione al ribasso le ha fatto perdere di nuovo i punti guadagnati.

Da febbraio 2015 si muove sotto la barra dei 10€.

 

Fare delle previsioni sulla quotazione delle azioni Engie

Per fare delle previsioni sulla quotazione delle azioni Engie basta concentrarsi sugli indicatori giusti e seguire gli avvenimenti che incidono direttamente su questo mercato. Tra gli elementi da seguire troviamo:

  • Gli indicatori tecnici, come l’analisi delle tendenze
  • La salute economica del settore dell’energia
  • Le innovazioni e le nuove soluzioni commercializzate dal gruppo
  • La salute economica del settore dello sviluppo sostenibile
  • Il livello di concorrenza di questo settore.

Come cominciare a trattare le azioni Engie?

Potete cominciare a speculare online sulla quotazione delle azioni Engie grazie ai migliori broker del mercato. I broker che vi consigliamo sono tutti riconosciuti dalle autorità finanziarie.

 
Plus500: una delle migliori piattaforme di trading
plus500

 

Il broker Plus500 consente di investire con semplicità sui mercati finanziari grazie ai CFD. Propone a tal fine una piattaforma al tempo stesso chiara, pratica e di semplice utilizzo in cui sono disponibili tutti gli strumenti e le funzionalità necessari alle proprie prese di posizione e strategie.

Scoprire la piattaforma Plus500!
Servizio CFD – L’investimento comporta dei rischi

Lo specialista del social trading
Financead

 

Il broker eToro è senza dubbio lo specialista del social trading per via della sua piattaforma che integra le funzionalità dell’OpenBook. Su di essa è possibile seguire e copiare i migliori trader del momento nonché scambiare informazioni con gli altri investitori per perfezionare le proprie conoscenze studiando in diretta le loro strategie. Un eccellente modo per familiarizzarsi con l’investimento online.

Raggiungere la comunità eToro!
Servizio CFD – L’investimento comporta dei rischi